29. gen, 2018

Come i metallica rovinano il tuo negozio!

Per i pochi che non sanno di cosa sto parlando con il termine Metallica, do alcune informazioni: gruppo musicale heavy metal e rock contemporaneo, nato agli inizi degli anni 80, che in oltre 30 anni di carriera ha venduto più di 100 milioni di dischi, una delle migliori band musicali del millennio.

Personalmente non ho niente contro di loro anzi, ti dirò, un loro brano, nothing else matters, è la mia canzone preferita.

Eccola:
https://www.youtube.com/watch?v=Lli99OmkPwM.

Racconto questa storia per raccontarne 100.

Mi trovavo con degli amici in giro per i castelli romani, loro sono siciliani ed ogni volta che vengono a Roma li accompagno a fare una passeggiata ad ammirare i caratteristici borghi romani per acquistare qualche prodotto tipico.

Fin qui tutto ok, eravamo alla ricerca di un negozio specializzato per acquistare porchetta, coppiette di maiale ed altre bontà del territorio.

“Specialità di Ariccia” era scritto sul cartello davanti al piccolo negozio, molto carino e suggestivo, dunque entriamo.

Bellissimo, molto curato all’ingresso, il soffitto un
trionfo di salumi ed i profumi inebrianti, il bancone in fondo al negozio ci attendeva.


Arrivati davanti al banco salumeria troviamo un ragazzo dietro il bancone senza divisa, con un semplice grembiule a coprire un maglioncino color acqua marina, musica a palla dei metallica, alle sue spalle una bella sciarpa di una squadra di calcio romana (non dico quale) e la foto di una bambina in calzamaglia con che alza una coppa in segno di vittoria.

Ma non ti viene in mente che la tua attività non è casa tua e devi creare un ambiente che amplifichi la tua specializzazione?

Non ti viene in mente che un cliente che viene da te in una determinata zona geografica vorrebbe trovare anche la musica adatta al luogo, degli stornelli romani per esempio ed un abbigliamento che lo rimandi all’origine dei tuoi prodotti o del territorio?

Immagina di andare in vacanza nel Sud Tirolo ed entrare nei negozi con in sottofondo “er barcarolo va controcorrente", ecco, credo di aver reso l’idea.


Tornando ai miei amici siciliani, finisco di raccontare la storia...

In effetti hanno acquistato molti prodotti, erano venuti proprio con quella intenzione, ma all’ uscita del negozio la prima cosa che hanno detto è stata “ammazza quanto è caro” e ti garantisco che i soldi non sono un problema per loro.

Tutte le lacune che dicevamo (musica sbagliata, nessuna divisa, oggetti personali) hanno indebolito la specializzazione del negozio, innescando nella mente del consumatore la percezione di un prezzo troppo alto.

Devi creare un esperienza unica per il tuo cliente dal primo passo dentro il tuo negozio, ogni cosa deve essere parte di un esperienza che giustifichi un prezzo alto, non puoi pensare di vendere prodotti di nicchia e specialità in un contesto sbagliato, senza cadere nella percezione di essere troppo caro...il cliente penserà di essere stato fregato.


Non trascurare i dettagli per rendere l’esperienza di vendita sempre unica, mettiti nei panni del cliente e valuta.

Anche avere la musica giusta che il cliente si aspetta di sentire fa parte del gioco.

Per concludere non ho nulla contro i Metallica!

Non sai da che punto cominciare? Che ne pensi di ricevere le sette regole d’oro per rendere unico il tuo negozio?

Lascia i tuoi dati seguendo il link qui di seguito e ti arriveranno gratuitamente!
http://www.100metriquadrati.it/434841768